StoriaLa Proloco


La Pro Loco si costituisce il 13 luglio 1977 presso il Notaio Dott. Carlo Beltrandi di Sedegliano per volontà di alcuni caminesi tra cui meritano di essere annoverati Corrado Liani ed Adriano Pagotto. Quest’ultimo ricoprirà anche il ruolo di Presidente del Consiglio Direttivo dell’associazione “PRO LOCO CAMINO AL TAGLIAMENTO”.

Per anni inattiva e per volontà di molti cittadini, che ne richiedono la ripresa di operatività sul territorio, dimostrando la disponibilità ad aderire come soci, il giorno 4 maggio 2004 si tiene un’assemblea straordinaria per trattare il seguente ordine del giorno: modificazione della denominazione sociale e approvazione di un nuovo statuto. Assume la presidenza il Signor Pagotto Adriano avanti al Notaio Guido Spanò di San Giuliano rep. 56758.

Vengono elencate le opportunità che si presentano alla rinnovata associazione e le possibilità che la stessa avrà di operare, mantenendo le caratteristiche originarie che la legano al territorio comunale, anche in campo più vasto, proponendo un rinnovamento del legame con le tradizioni storiche e le peculiarità ambientali del Comune. A tale proposito viene inserito nella denominazione dell’associazione il fiume Varmo che caratterizza il territorio sotto aspetti sia naturali che socio-culturali. La nuova denominazione sociale è “PRO LOCO “IL VÂR“ DI CAMINO AL TAGLIAMENTO”.

Inoltre, viene sostituito il vecchio statuto con uno conforme alle normative per gli enti “no profit” e per l’adesione all’Associazione fra le Pro Loco del Friuli Venezia Giulia e all’U.N.P.L.I (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia).


Menu